Chiesa Parrocchiale dei SS Pietro e PaoloIndirizzo: Centro Storico - Frazione Susella
Telefono: 0383.940987
Apertura: Solo nell'orario della messa domenicale alle 09.00

La chiesa di San Pietro di Rocca Susella risulta elencata tra le dipendenze della pieve di San Zaccaria fin dal XVI secolo (Catalogo 1523), secolo nel quale è comunque attestata come parrocchiale (Toscani 1984). Negli atti dei sinodi diocesani convocati tra XVI e XVII secolo dai vescovi di Tortona, la parrocchia di Rocca Susella è costantemente ricordata nella pieve di San Zaccaria. Nei sinodi diocesani tenuti negli anni 1646, 1659, 1673, la parrocchia di Rocca Susella, compresa nella pieve di San Zaccaria, era inserita nella terza regione della diocesi; tale situazione permaneva ancora alla metà circa del XVIII secolo (Visita Resta 1742).

Secondo quanto si desume dagli atti della visita pastorale compiuta dal vescovo Paolo Aresi nel 1637, la parrocchia di Rocca Susella, con la denominazione di San Pietro apostolo, contava anime 500 di cui anime da comunione 300. Aveva un’entrata di scudi 100 circa (Visita Aresi 1630-1643). Nel 1686 la parrocchia di Rocca Susella contava fuochi 90, anime 380 (Visita pastorale 1686). Nel 1820 la parrocchia di Rocca Susella risulta avere assunto la denominazione dei Santi apostoli Pietro e Paolo; contava in quell’anno famiglie 99, persone 492 di cui anime da comunione 312, cresimati 214, cresimandi già d’anni sette 216. Gli annui redditi del beneficio parrocchiale comprendevano granaglia, legna, frutta, castagne, fitti, e ammontavano a lire nuove 300. Entro i confini della parrocchia esistevano gli oratori di San Rocco, della Beata Vergine Immacolata, dei Santi Cornelio e Cipriano (Stato diocesi di Tortona, 1820).

Nel 1843, anno del sinodo diocesano convocato da monsignor Negri, la parrocchia di Rocca Susella risultava appartenere al vicariato foraneo di Godiasco, incluso nel secondo distretto o regione della diocesi, facente capo a un vicario del vescovo (Sinodo Negri 1843). Negli atti della prima visita pastorale compiuta da monsignor Igino Bandi nel 1891, la parrocchia di Rocca Susella appariva ancora inclusa nel vicariato foraneo di Godiasco e contava anime 675 (Visita Bandi 1891).

Negli atti del sinodo diocesano convocato nel 1898 dal vescovo Igino Bandi, la parrocchia di Rocca Susella figura compresa nel vicariato XXVII di Godiasco, incluso nella regione VII di Godiasco (Sinodo Bandi 1898). Negli anni 1974-1975 e nel 1989, la parrocchia dei Santi apostoli Pietro e Paolo era ancora attribuita al vicariato di Godiasco, nella zona pastorale di Varzi (Annuario diocesi Tortona 1974-1975; Annuario diocesi Tortona 1989).

Bibliografia: Caterina Antonioni, Lombardia Beni Culturali

Per migliorare l'esperienza di navigazione, questo sito potrebbe utilizzare cookies sia propri che di terze parti. Per maggiori informazioni clicca qui.

Continuando la navigazione si accetta di utilizzare i cookies.